Gelato all’olio d’oliva

Naturalmente leggero, nutriente e rinfrescante

Bigusto, trigusto, sul cono, in coppetta, con panna o biscotto, d’inverno o d’estate, il gelato è uno dei pochi alimenti a cui è veramente difficile rinunciare. Perché mai rinunciarci sapendo anche che il gelato può cambiare look divenendo più gustoso e salutare? La Pasticceria Gateaux, da sempre attenta alle esigenze della propria clientela, ha deciso di offrire una squisita linea di gelati all’olio d’oliva in cui la parte grassa proveniente da latte e panna è completamente sostituita dall’olio d’oliva, alimento principe della Dieta Mediterranea e dell’intera tradizione agroalimentare italiana con comprovati benefici su cuore, stomaco, intestino e vasi sanguigni.

gelato-veganoSe vi state chiedendo se questo gelato ha il sapore dell’olio, la risposta è no: nell’assoluto rispetto della genuinità e della tradizione artigianale Gateaux Patisserie è in grado di offrirvi un gelato vegano rinfrescante e prelibato come un comune gelato, ma senza ingredienti di origine animale (è un prodotto certificato Vegan Ok) e senza grassi vegetali idrogenati.

Dal sapore tenue e caratteristico con un gradevole retrogusto mandorlato, l’olio utilizzato per la produzione dei nostri gelati è ottenuto esclusivamente con tecniche di estrazione e raffinazione che permettono la conservazione di tutte le proprietà organolettiche e chimico-fisiche. Il nostro gelato contiene solo emulsionanti naturalmente presenti nell’olio d’oliva. Pertanto non abbiate timore di assaggiarlo perché dopo non potrete più farne a meno!

Essendo un alimento privo di glutine, latte e derivati, il gelato all’olio d’oliva risulta essere lo spuntino ideale per celiaci, intolleranti al lattosio, vegetariani e vegani. Inoltre, questo speciale gelato contiene fruttosio (uno zucchero naturalmente presente nella frutta, con potere dolcificante pari al doppio del potere del saccarosio) e inulina (fibra vegetale) che rispettivamente garantiscono un minor apporto calorico e l’equilibrio della flora intestinale. L’olio d’oliva, infatti, grazie all’elevato contenuto di acido oleico che favorisce le funzioni epato-biliari, è facilmente assimilabile dall’organismo umano rispetto a qualsiasi altro grasso. Nemico assoluto del colesterolo cattivo LDL, l’olio d’oliva in tutte le sue varietà svolge un’importante azione d’aiuto nella prevenzione dei tumori, tant’è che nel 2004 la Food and Drug Administration (FDA) ha autorizzato la possibilità di riportare nell’etichetta la dicitura “riduce i rischi di malattie cardiovascolari”.

Cosa contiene una goccia* di olio d’oliva?

  • ENERGIA = 899 kcal /3762 kjoule
  • ACQUA = tracce
  • CARBOIDRATI = 0 g
  • GRASSI = 99,9 g
  • PROTEINE = 0 g
  • FIBRE = 0 g

*valori nutrizionali per 100g di olio d’oliva

gelato-olio

Perché scegliere un gelato vegano all’olio d’oliva?

Oltre all’irresistibile aroma che risulta essere un vero piacere per il palato, il gelato all’olio d’oliva contiene sostanze di fondamentale importanza come Omega-3, Omega-6, polifenoli, vitamine A D E, tocoferoli, steroli. È proprio il giusto equilibrio di questi composti che hanno reso l’olio d’oliva un caposaldo dell’alimentazione mondiale. In questa rivoluzione naturale la bontà del gelato si unisce alle proprietà benefiche dell’olio dando vita a una vera e propria eccellenza nell’appetitoso mondo della gelateria.

Curiosità

La maggiore concentrazione olivicola italiana si trova in Puglia, con una popolazione che è stimata essere superiore ai 5 milioni di alberi. Molti di questi risalgono all’epoca della dominazione spagnola del Seicento. Nella valle del Volturno si possono osservare tra la miriade di oliveti presenti, numerose piante secolari. Bisogna però risalire all’Età del Rame (circa 6000 anni fa) per rinvenire le prime tracce di uso dell’olio estratto dall’oliva, quando alcuni popoli stanziatisi tra le attuali Siria e Palestina lo utilizzavano per proteggere la pelle e come combustibile. Gli Egiziani erano soliti ornare le tombe monumentali dei re con corone e noccioli d’olivo, oltre che ungere con olio i corpi dei defunti da mummificare. Un mito greco, inoltre, narra che la dea della saggezza fece nascere da una roccia una pianta d’olivo, simbolo della prosperità che nasce dalla pace. I Romani, invece, usarono l’olio soprattutto negli scambi commerciali come “moneta” pregiata diffondendone la coltura in tutto il Mediterraneo.